Stretching e corsa:10 consigli da ricordare

Tutti lo sanno, ma non tutti lo fanno.

Eppure bastano pochi accorgimenti prima e dopo la corsa, per evitare contratture fastidiose e contribuire al miglioramento del tono muscolare.

Lo stretching è un must: serve a tutti, da chi si dedica solo a camminare a chi ama la corsa; non costa nulla, si può fare ovunque, dura solo pochi minuti e non richiede alcuna attrezzatura specifica. Si può fare anche a piedi scalzi, in tutte le stagioni, all’aperto, in palestra o a casa, ad un’unica condizione: deve durare dai 5 ai 15 minuti per essere veramente efficace.

 

Quali benefici?

- Corregge il portamento

- Riduce il tempo di recupero

- Prepara i muscoli all’impegno di un allenamento

- Aiuta a conoscere meglio il proprio corpo

 

I segreti per uno stretching efficace

(per la serie pochi, ma buoni)

1) non saltate mai lo stretching prima di una corsa, anche poco impegnativa

2) la durata degli esercizi non deve mai essere inferiore ai 5’

3) respirate profondamente

4) concentratevi sui muscoli che avete sollecitato maggiormente (adduttori, quadricipiti femorali, dorso e pianta del piede)

5) imparate una breve sequenza di esercizi a memoria (diventerà un’abitudine e non vi peserà)

6) In inverno, fare pochi minuti di piegamenti sulle gambe vi aiuterà a riscaldarvi più in fretta

7) usate un tappetino per gli esercizi a terra (se siete a casa, evitate di sdraiarvi sul materasso; vi riaddormentereste)

8) Se un muscolo o un tendine è infiammato, è meglio non praticare gli esercizi. Il riposo è essenziale: ma se proprio vi siete affezionati ai vostri allungamenti quotidiani, chiedete prima a un fisioterapista.

9) Negli esercizi di stretching statico, fate in modo che ogni allungamento non sia inferiore ai 15/30’’.

10) Fatelo con costanza, fatelo di mattina, di notte, in ufficio, ma fatelo :)

Commenti

TrainerMarcoMelis's picture

 

Ciao Tutti!

 

Voglio darvi qualche altro buon consiglio sullo Stretching!

 

Lo stretching pre attività ha l'obiettivo di preparare il nostro apparato muscolo-scheletrico alle attività successive, quindi sarebbe corretto non rendere i muscoli eccessivamente rilassati con lo uno stretching statico prolungato. Il rischio è quello di incorrere in lesioni muscolari, se lo stretching statico non è seguito da un'attività con intensità crescente.

 

Quindi dopo aver eseguito lo stretching statico è consigliato inserire lo stretching dinamico, la camminata e le andature, per poi passare alla corsa.

 

Reputo molto importante anche lo stretching post corsa e le sedute extra di stretching.

 

Le sedute extra possono essere effettuate durante le ore precedenti alla corsa, e possono durare quanto vogliamo, aiutandoci ad avere un muscolo meno contratto, più elastico e pronto al successivo allenamento!

 



 

Buona Corsa a Tutti!

 

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Gmap

CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.