Correre per dimagrire

Diciamocelo. Qualunque sondaggio sulle motivazioni che spingono molti ex sportivi o sedentari incalliti a mettersi in pista e cominciare a correre, mostra che l'obiettivo n.1 è dimagrire.

Correre per dimagrire è forse uno dei metodi più comuni per rimettersi in forma, ma spesso è abbinato a diete fai te, tagli drastici e a casaccio nella dieta quotidiana che portano più danni che benefici.

Qual è allora la soluzione ideale per dimagrire correndo?

Non demonizzare grassi e carboidrati

Se la natura ce li ha messi a disposizione, una ragione ci sarà. Certo, lo sanno tutti ormai che la dieta più sana è quella bilanciata. Quella dove grassi e carboidrati convivono in perfetta armonia, fornendo all'organismo tutti i nutrienti necessari per affrontare l'attività fisica. Per questo, se l'obiettivo è dimagrire (per eliminare quei 2 fastidiosi chili di troppo o per perdere molto peso), la prima cosa da fare è consultare un medico nutrizionista. Allo stesso tempo, camminare o correre avendo a disposizione la giusta scorta energetica per far sì che l'attività fisica duri più a lungo, ci permette di consumare anche i grassi (non solo i carboidrati che sono i primi a bruciare).

Camminare o correre. Qual è l'intensità ideale per dimagrire?

Dipende dal nostro fisico. La corsa lenta implica uno stress articolare importante ed è più stressante dal punto di vista cardio-respiratorio rispetto ad una camminata veloce. L'ideale è prediligere la camminata veloce finché non si riuscirà a correre velocemente per un periodo abbastanza lungo. Il concetto generale di variazione della massa corporea si può riassumere in maniera sintetica in una formula:

Bilancio energetico = calorie giornaliere assunte con la nutrizione – calorie giornaliere consumate (consumo energetico basale + consumo energetico delle attività giornaliere).

Affinché si abbia un dimagrimento, il bilancio energetico deve essere negativo, cioè occorre consumare più calorie di quelle che si assumono.

È un concetto molto minimale per descrivere come ottenere dei risultati nel dimagrimento, ma risulta efficace. Combinare la giusta nutrizione con un adeguata attività fisica è la strada giusta e la continua crescita dell'intensità (che deriva dagli adattamenti del nostro corpo conseguenti all'attività fisica) ci permette di ottenere i risultati desiderati.

Divertiti:bruci di più!

La cosa più importante per riuscire a dimagrire è il nostro stato mentale. L'attività fisica migliore è quella che ci fa divertire, ci dà piacere. È consigliabile camminare, correre o in generale fare sport nelle condizioni che più ci piacciono: in compagnia, in mezzo alla natura, in percorsi stimolanti o dove ci sentiamo a nostro agio. Purtroppo vincere le abitudini di una vita sedentaria è la cosa più difficile: riuscendo a divertirci, la voglia di continuare tornerà e i risultati saranno più evidenti.

Pillole di buon senso

È vero che per dimagrire occorre scegliere la velocità che consenta di effettuare il maggior numero di chilometri nel tempo a disposizione? Si, è vero, ma bisogna avere criterio perché il rischio di esagerare è sempre dietro l'angolo, e sovraccaricare il nostro apparato scheletrico e muscolare con intensità non consone al proprio peso e al grado di fitness è dannoso. È meglio fare 30 chilometri in una settimana per poi doversi fermare a causa di un infortunio, o fare 15 chilometri alla settimana e per il resto della nostra vita?

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Gmap

CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.